Vene varicose

Vene varicose:

La scleroterapia è un trattamento di chirurgia vascolare a cui si ricorre per eliminare le telangectasie e le vene varicose.

Definiamo questi due disturbi delle vene spesso confusi:

– le telangectasie sono gruppi di capillari superficiali dilatati che possono apparire sia su alcune zone del viso che sulle gambe. Sono piccole e di colore rosso vivo se originano da un settore arterioso, mentre sono più ampie e bluastre se hanno origine da un settore venoso;

– le vene varicose sono vasi sanguigni dilatati e non più funzionali che si presentano come cordoni tortuosi. Le varicose interessano soprattutto le vene safene: la grande safena che corre lungo la faccia interna della gamba e della coscia, e la piccola safena che sale lungo il polpaccio fino al cavo del ginocchio.

Per eliminare questi due disturbi venosi si ricorre alla scleroterapia. Consiste in iniezioni localizzate di una delle dieci soluzioni sclerosanti disponibili per chiudere il tratto venoso sede della varice. Subito dopo l’iniezione si manifesta una reazione infiammatoria locale detta flebite chimica che provoca prima la trombizzazione e poi l’assorbimento della vena varicosa, dopo poche settimane dall’intervento non ci sono segni visibili.

Si consiglia di eseguire la scleroterapia nei mesi freddi perché i raggi UV, colpendo il tratto interessato, potrebbero creare pigmentazioni anche permanenti colpendo il tratto interessato.