Laringite

Laringite:

La laringite è una delle più frequenti patologie a carico delle vie respiratorie. Tale patologia, spesso, fa seguito ad altre patologie flogistiche quali la rinite (il cosiddetto raffreddore) e la faringite e, meno spesso, a patologie delle basse vie respiratorie quali la tracheite. Si parla infatti di laringofaringite quando l’infiammazione interessa sia la laringe sia la faringe.

I sintomi sono caratterizzati da febbre, disfonia, tosse secca e in seguito tosse con espettorazioni di catarro. Associata alla faringite, si manifesta sotto forma di forte bruciore in gola e disfonia. Molto grave, nei bambini, l’insorgere di dispnea, più comunemente conosciuta con il nome di “fame d’aria”, una difficoltà respiratoria sintomo di un repentino peggioramento del quadro clinico.

La laringite può manifestarsi in forma catarrale, edematosa (con tumefazione della mucosa sottoglottica), suppurativa (caratterizzata da ascessi purulenti) e membranosa (secondaria alla difterite e molto rara).

Quando la laringite si fa persistente, è possibile che si tratti di una sua manifestazione cronica: predispongono alla sua cronicizzazione le classiche malattie dell’infanzia, le carenze vitamiche, l’insufficienza epatica, le congestioni laringee recidivanti e alcune alterazioni dell’aria.

La diagnosi di una laringite si può effettuare a vista e, nei casi più impegnativi, mediante laringoscopia con la quale è possibile evidenziare la presenza di eventuali tumefazioni ipoglottiche e ipotonia delle corde vocali.

La laringite catarrale si può curare mediante l’impiego di farmaci mucolitici e antipiretici, la laringite edematosa tramite la somministrazione endovenosa di corticosteroidi. In caso di resistenza ai farmaci è necessaria una tracheotomia al fine di permettere una respirazione più agevole. La forma suppurativa necessita, invece, una terapia a base di antibiotici e, nei casi più gravi e con compromissione respiratoria, di un drenaggio chirurgico.

La cura deve comunque prevedere anche riposo delle corde vocali e rimedi naturali come inalazioni balsamiche e vitamine, soprattutto in concomitanza con terapie a base di antibiotici.