Faccette dentali in ceramica

Faccette dentali in ceramica:

Tra gli interventi di estetica dentale più richiesti, le faccette in ceramica rispondono a due esigenze: denti brillanti e sistemazione delle zone disomogenee o antiestetiche della dentatura.
Le faccette dentali hanno uno spessore di circa 5mm, il che rende estremamente difficile la distinzione tra la vera superficie dentale e la parte applicata. Questa tecnica ha dunque un effetto così naturale che viene usata per risolvere gran parte delle problematiche di estetica dentale:

  • colore dei denti. Il passare degli anni e alcune abitudini – fumare, bere molto caffè, bevande colorate, ecc. alterano il naturale colore dei denti, in alcuni casi rendendolo tanto scuro da creare imbarazzo;
  • caratteri genetici. A volte, spazi eccessivi tra i denti o disomogeneità nelle dimensioni derivano dall’ereditarietà. In questi casi un sorriso sgraziato non è necessariamente legato a cattive abitudini, ma il problema può essere comunque risolto;
  • disallineamento dentale. Denti accavallati, disallineati o semplicemente trascurati a causa dei mancati controlli odontoiatrici, sono alla base di un sorriso antiestetico.

In tutti questi casi, l’applicazione di faccette dentali in ceramica può essere il trattamento di estetica dentale più appropriato.

Sbiancamento dentale e faccette in ceramica, quali sono le differenze?

Le faccette dentali sono create in laboratorio dall’odontotecnico sulla base delle impronte del paziente. Una volta applicate, le faccette dentali sono permanenti e definitive: i denti saranno brillanti, omogenei, allineati, insomma privi di tutte le caratteristiche che rendono un sorriso brutto o antiestetico.

Lo sbiancamento dentale professionale richiede delle cure periodiche per evitare che lo smalto dei denti perda brillantezza e candore.

Se vi vergognate di mostrare i denti o pensate di avere un brutto sorriso, basta rivolgersi al nostro studio e richiedere il trattamento di estetica dentale più adatto a voi.