Gengivite:

Per gengivite si intende un processo infiammatorio che colpisce le gengive, processo perfettamente reversibile che se trascurato può evolvere progressivamente in parodontite.

La causa della gengivite è essenzialmente di origine batterica anche se il processo infiammatorio a volte può essere dovuto al traumatismo creato da uno spazzolamento troppo violento.

I fattori di rischio di tale patologia sono:

  • Fumo di sigaretta
  • Gravidanza
  • Pubertà per forti fluttuazioni ormonali
  • Diabete
  • Farmaci come corticosteroidi, antidepressivi e anticoncezionali
  • Scarsa igiene dentale

La diagnosi viene effettuata con un attento esame obiettivo da parte del dentista che valuterà la consistenza gengivale e i depositi di placche e tartato che possono essere rilevati alla base dei denti.

L’obiettivo terapeutico è quello di ridurre l’infiammazione, il dentista mostrerà come fare la pulizia con lo spazzolino e il filo interdentale. Verranno effettuati risciacqui con farmaci antibiotici per la bocca e la sostituzione di protesi dentarie e apparecchi ortodontici per diminuire le superinfezioni batteriche.

I sintomi della gengivite sono:

  • Gengive arrossate e tumefatte (aumento di volume delle gengive)
  • Sanguinamenti frequenti al momento dello spazzolamento e durante la masticazione di cibi duri
  • Sapore cattivo in bocca
  • Alitosi
  • Piaghe nel cavo orale

Related Entries